Quinews Radio Bruno Toscana

Ac Pisa 1909

Pisa: inizia l'operazione Ascoli

Dopo una giornata di riposo, seguita allo 0-0 casalingo contro il Frosinone, il Pisa  si inizia a preparare la delicata trasferta di Ascoli dove i nerazzurri saranno di scena sabato 25 con fischio d'inizio alle ore 15.00 nella gara valida per la 27^ giornata del campionato di Serie B. Questo pomeriggio Rino Gattuso, insieme al proprio staff, farà sostenere ai suoi un allenamento presso le strutture di San Piero a Grado e dopo di che il programma prevederà  e quindi una seduta tecnico-tattica giornaliera fino a venerdì quando partirà per raggiungere il ritiro pre-gara in terra marchigiana. Rientrano dalla squalifica Verna, Masucci e Cani, da valutare invece Crescenzi e Landre. Out Lisuzzo, Avogadri e Lores Varela.

Rino Gattuso: "Soddisfatto della prestazione contro una squadra fortisssima. Avrei firmato prima per il pareggio"

Rino Gattuso commenta così il pareggio senza reti con il Frosinone, quinto risultato utile consecutivo del girone di ritorno: "Affrontavamo una squadra fortissima, in tutti i reparti, fisicamente con grande mentalità. Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. Forse potevamo fare qualcosa in più in fase offensiva ma avrei firmato sicuramente prima per il pareggio visto anche i problemi che abbiamo avuto in settimana. Zammarini è un 96 ma ha già grande esperienza, ha qualità e sa stare in campo. Sono soddisfatto della sua prestazione così come quella di tutta la squadra. Il Frosinone è una squadra scorbutica, che segna tantissimo sui calci piazzati. Per fare risultato con loro devi spendere tanto. E’ una squadra ben allenata e nel primo tempo ci ha messo in difficoltà mentre nella ripresa abbiamo sofferto pochissimo. Oggi sapevo che non era una partita adatta per le caratteristiche di Peralta. Lazzari invece è entrato molto bene in partita. Mannini ha sbagliato qualcosa ma sono soddisfatto della sua prestazione. Anche Golubovic ha giocato bene, è un giocatore importante. Milanovic è la prima partita che fa, so che tipo di ragazzo è cosa ci può dare. Gli abbiamo dato questa possibilità e sicuramente ci farà comodo. Tabanelli sta uscendo dai suo problemi e questo per noi è importante. Ho pensato di inserirlo e anche se poi non è entrato sono contento del suo recupero. Del Fabro sta crescendo molto e sarà sicuramente un uomo mercato. Mi tengo queste ultime prestazioni, oggi a livello del gioco non siamo stati brillantissimi ma l’avversario era molto più forte di noi. Sono una squadra che gioca da squadra, contro la quale non puoi sbagliare nulla. Per me aver fatto due punti con loro è motivo di orgoglio. Oggi ci manca qualche punto lasciato per strada. Per quello che abbiamo dimostrato potevamo avere 6/7 punti in più”.

Fonte: Tuttopisa

Pisa-Frosinone 0-0: il muro nerazzurro ferma la marcia della capolista

Partenza lanciata del Frosinone. Il tentativo dal limite di Dionisi viene murato e sul capovolgimento di fronte Manaj anticipa l’uscita di Bardi ma il suo tiro viene respinto sulla linea di porta dal recupero provvidenziale di Ariaudo. Il centravanti albanese ci riprova pochi minuti più tardi impensierendo Bardi con un tiro dalla distanza respinto in corner dal portiere frusinate. Gli ospiti non stanno a guardare e vanno vicini al gol con Ciofani: conclusione angolata che sfila a lato di un soffio. Poco dopo altra chance per Dionisi che spara sopra la traversa sulla bella incursione di Mazzotta. E per lo stesso Ciofani che non riesce a imprimere alla sfera la necessaria potenza. Ujkani blocca. Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo. I ciociari partono forte: tacco di Ciofani per l’inserinmento di Sammarco che sfiora il gol. Il Frosinone spinge e si rende pericoloso soprattutto sui calci piazzati. Gattuso si gioca la carta Peralta, al posto di Gatto. I nerazzurri provano a ripartire in contropiede ma il destro di Manaj finisce alle stelle. Poi Lazzari prende il posto di Zammarini. Nel finale i ritmi calano: le squadre provano ad approfittare degli spazi che si aprono ma il risultato non si sblocca. Per il Pisa un altro punto prezioso nel lungo cammino verso la salvezza.

PISA-FROSINONE 0-0

PISA (4-3-1-2): Ujkani; Golubovic, Del Fabro, Milanovic, Longhi; Angiulli (87' Zonta), Di Tacchio, Zammarini (80' Lazzari); Mannini; Manaj, Gatto (65' Peralta). A disp. Cardelli, Birindelli, Micchi, Tabanelli, Favale, Giani. All. Gattuso

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi;Terranova, Ariaudo, Krajnc; Fiamozzi (84' M. Ciofani), Sammarco, Maiello, Mazzotta; Soddimo (82' Kragl); D. Ciofani (77' Mokulu), Dionisi. A disp. Zappino, Crivello, Russo, Gori, Frara, M. Ciofani, Pryyma. All. Marino

ARBITRO: Ghersini di Genova

NOTE: Angoli: 1-7. Ammoniti: Longhi (P), Zammarini (P), Milanovic (P), Maiello (F). Recupero 1' pt. / 5' st.

"Casa di cura San Rossore" sul dorso della maglia del Pisa

E' stata presentata questa mattina presso la sede dell'AC Pisa 1909 il nuovo accordo di sponsorizzazione tra la società nerazzurra e la "Casa di Cura San Rossore" che vedrà il proprio nome sul dorso della maglietta da gioco, esattamente sotto il numero. Un ulteriore dimostrazione di legame con il territorio da parte del Presidente Giuseppe Corrado e di un rapporto sempre più solido con l'imprenditore pisano Andrea Madonna, tifosissimo del Pisa e vicino al nuovo proprietario sin dai primi giorni del suo insediamento, presidente e amministratore proprio della clinica pisana che rappresenta una delle eccellenze del territorio e che anche negli anni scorsi aveva sempre dimostrato vicinanza ai colori della squadra di calcio della città.

"E' stato un percorso quasi naturale nato quando ho conosciuto Andrea Madonna come imprenditore ancor prima di concludere l'acquisto della società - afferma il Presidente dell'AC Pisa 1909 Giuseppe Corrado - e che ci eravamo già prefissati di chiudere. Poi i tempi si sono un pò allungati ma questo accordo lo volevamo fortemente e ci inorgoglisce avere sulla nostra maglia rappresentanze di eccellenze locali". Soddisfatto anche Andrea Madonna: "La mia famiglia è sempre stata vicina al Pisa come tifosa e si era avvicinata negli anni scorsi con la nascita della Casa di Cura come servizi. Adesso, dopo aver conosciuto il Presidente ed i programmi della nuova società, abbiamo pensato fosse giusto dare anche una mano come credo dovrebbe fare, seppur senza alcun obbligo - ci tiene a sottolineare Madonna - tutti coloro i quali vogliono bene al Pisa e possono farlo". L'accordo sarà pluriennale, nello specifico di 3 anni, ma i rapporti ottimali sotto ogni punto di vista fanno sì che questa partnership prosegua a lungo come ha sottolineato il Presidente Corrado.

Il Pisa torna alla normalità: pagati gli stipendi

Normalità a Pisa. Secondo quanto riporta tuttopisa.it, infatti, il nuovo corso della società toscana ha regolarmente pagato gli stipendi entro la scadenza di ieri. Qualcosa che fino a poco tempo fa sembrava straordinario torna a essere ordinario: in attesa della penalizzazione per la scadenza di dicembre, il Pisa torna davvero alla normalità.