Quinews Radio Bruno Toscana

Fiorentina battuta 3-0 a Londra dal Tottenham, eliminata dall'Europa League

Fiorentina seguita da mille tifosi a Londra che parte con la difesa a 3. Per il resto formazione annunciata. Il Tottenham parte dall’1-1 del Franchi e deve fare a meno di due pezzi da 90 come Kane e Dembelè. Si comincia con un ritmo notevole. All’8’ clamoroso rigore negato agli inglesi: cross da sinistra di Tripier e Marcos Alonso effettua un perfetto intervento da palleggiatore di volley, buon per i viola che l’arbitro non se ne accorge. 2’ dopo la Viola rischia ancora su corner (per la verità azione viziata da palla out che il guardalinee non vede con azione degli Spurs che prosegue) con Alli che non arriva di un soffio sul secondo palo per il tap-in su colpo di testa a centro area. Toscani che con il trascorrere dei minuti arretrano, gran tiro di Eriksen che Tatarusanu neutralizza in due tempi. Al 23’ chance per Ilicic che rientra e calcia sfiorando il palo. 2’ dopo Ma sono sigla l’1-0, rimpallo favorevole per lui che dopo un triangolo casuale entra in area e supera con una rasoiata precisa il portiere rumeno.  Poi fasi alterne e primo tempo finisce 1-0 per la squadra di Pochettino. Ripresa con i gigliati più intraprendenti, Bernrdeschi sbaglia ad innescare Kalinic in 4 contro 3 viola che fa arrabbiare Paulo Sousa. All’11’ grande contropiede Fiorentino con Kalinic, Borja Valero e Bernardeschi e conclusione dello spagnolo parata. Altra ripartenza doc dei viola con Bernardeschi che spara a lato. Sull’altro fronte invece, complice un grave errore di Gonzalo, pallone vagante che l’ex romanista La Mela spedisce nel sacco per il 2-0 al 63’. Il Tottenham domina fisicamente in tutte le zone del campo, la band del tecnico portoghese (ha portato bene tra l’altro la sua dichiarazione in virtù della quale la Fiorentina avrebbe il miglior gioco) che arriva seconda in tutti i contrasti. Nel frattempo era entrato Zarate me nessuno se ne accorge. C’è tempo anche per il tris inglese, su cross di Tripier Gonzalo, a suggellare una prestazione insufficiente, infila la sua porta per un autogol davvero pregevole. 3-0 Tottenham e 4-1 globale. Senza discussioni. Sousa e Sarri, la S della presunzione, si ritrovano entrambi eliminati lunedì sera alle 21 al Franchi.