Quinews Radio Bruno Toscana

Viola: spogliatoio unito nel nome di Astori. Le ultime sul CdA e sul centro sportivo

Il lavoro della Fiorentina va avanti nel nome di Davide Astori e scorre su tre binari. La squadra cerca infatti una nuova fisionomia senza il suo capitano che nello spogliatoio e in campo dava personalità, grinta e precisione nelle chiusure e nelle ripartenze e dialogava continuamente con i compagni quasi come un secondo allenatore o una guida da seguire. Vitor Hugo ha dato l'impressione di poter essere la soluzione in campo, Badelj quella nello spogliatoio ma per loro il difficile viene proprio ora che, scemata l'onda emotiva, dovrà trovare un senso alla stagione con un patto in nome del compagno.

 Su un altro fronte c'è un rapporto tra i Della Valle e Firenze che, con la tragedia, si è se non altro sbloccato: la città ha scoperta una proprietà sensibile e che è si è comportata come farebbe un padre di famiglia con i suoi figli, nello stesso tempo i Della Valle hanno ritrovato una tifoseria che sa mettere da parte le divergenze e trasmettere emozioni e commozioni come da poche parti accade. Insomma il punto di ripartenza c'è e i Della Valle (così come i tifosi) vogliono approfittarne anche in nome di Davide Astori.

Infine c'è un CdA che a breve deve scegliere e approvare la soluzione più adatta per il centro sportivo giovanile che accoglierà anche uffici e prima squadra, con una intitolazione al capitano scomparso che al momento sembra scontata, anche come esempio da seguire per chi varcherà quei cancelli. Un grande e dispendioso progetto necessario a far crescere talenti, tutti insieme, sotto l'occhio di tutti gli allenatori del giovanile e della prima squadra e non disperdendoli in tanti campi diversi come accade ora.

Fonte: FIRENZEVIOLA.IT