Quinews Radio Bruno Toscana

Champions League: la Juve crolla a Barcellona, la Roma pareggia con l'Atletico Madrid

Messi, Rakitic. Messi. I pianisti sull’Oceano di stelle di Champions sono loro e la Juventus non può far altro che sentire le dolci melodie di un Barcellona in pieno Rinascimento col 3-0 netto di stasera. Messi estrae dal cilindro un mancino beffardo: un bacio a stampo al palo, Buffon che osserva atterrito e vantaggio del Barcellona al 45’ del primo tempo. Nella ripresa, con la Juve che intanto aveva già sostituito prima del vantaggio Blaugrana l’infortunato De Sciglio con Sturaro, è Messi a prendere in mano il Barça: saetta dal limite e palo al 52’. Poi falcata sulla destra, Alex Sandro lo insegue disperato ma la Pulga mette in mezzo con Sturaro che respinge e Rakitic che appoggia rilassato e comodo per il 2-0 blaugrana. Allegri ritocca la trequarti: 4-2-3-1 formato europeo e dentro Bernardeschi per Bentancur al 63’. Tutto cambia perché nulla muti: Messi s’inventa ancora una magia e, tagliando la difesa della Juventus come lama nel burro, incrocia di sinistro e porta il risultato sul 3-0. 

Finisce 0-0 la sfida fra Roma ed Atletico Madrid. Buona prova dei giallorossi, che devono ringraziare senza dubbio il portiere Alisson, il migliore in campo per distacco. Nel finale più di un brivido per i tifosi giallorossi, con Saul, che da un metro dalla porta, colpisce incredibilmente il palo.

Fonte: TUTTOMERCATOWEB