Quinews Radio Bruno Toscana

Eccellenza

Vincono il Seravezza e, dopo due mesi e mezzo, anche il Camaiore mentre il Pietrasanta blocca il Roselle

In Eccellenza (21ª giornata; 6ª di ritorno) il Seravezza Pozzi vince 2-0 contro il fanalino di coda Ponte Buggianese grazie ai gol di Granaiola e Mancini rispettivamente all'alba e al tramonto del match. Per i verdazzurri di Walter Vangioni è la quarta vittoria di fila (la terza di seguito senza prender gol).
Il Seravezza così accorcia a - 2 il distacco dalla capolista Roselle che è stata fermata sul pari a Marina di Pietrasanta.

Sul sintetico del "Pedonese" infatti il Pietrasanta con una grande prova corale ha imposto l'1-1 ai maremmani privi del capocannoniere Nieto (squalificato). Avanti il Roselle con Raito, poi ci pensa capitan Peselli a pareggiare i conti su rigore. Per i biancocelesti di Marco Ceccomori si tratta del 5° risultato utile consecutivo (...anche se 4 sono pareggi).

Torna al successo che gli mancava da due mesi e mezzo il 
Camaiore che non vinceva dal 27 novembre (12ª giornata: 2-1 in casa con la Cuoiopelli).
I bluamaranto, che ottengono i loro primi 3 punti sotto la gestione Paolo Moschetti, espugnano la "Covetta" battendo 2-1 il Marina La Portuale con le reti di Ambrosini (bel colpo di testa) e di Marasco (a segno in rovesciata, e per lui fanno 9 centri in stagione). Il Camaiore chiude in 10 per il rosso nel finale ad Edoardo Bonuccelli.

Il Seravezza gioca a tennis. Pari il derby "Promozione" fra Camaiore e Pietrasanta

In Eccellenza (20ª giornata; 5ª di ritorno) il Seravezza Pozzi vince facile col Marina La Portuale. Il 6-0 dei verdazzurri di Walter Vangioni è opera di tre doppiette: quelle di Gianmarco Mancini, di Lorenzo Benedetti (un gol su rigore) e di Giacomo Bugliani (da poco rientrato dopo mille guai fisici).
Il Seravezza resta secondo in classifica a -4 dal Roselle che è andato ad espugnare anche Cenaia col punteggio di 3-2.

Finisce pari, invece, il derbyssimo Camaiore-Pietrasanta, da sempre "grande classica del calcio versiliese" e quest'anno insolitamente sfida per non retrocedere in Promozione. Lo 0-0 finale è frutto soprattutto delle paratone dell'estremo difensore dei bluamaranto Tonazzini che salva il Camaiore da quella che altrimenti sarebbe stata l'8ª sconfitta di seguito, negando tre volte la gioia del gol allo scatenato 'Toro' Taraj e poi esaltandosi pure sulla conclusione del neo-entrato Stefano Manfredi (uno dei tanti ex di turno). Ai punti avrebbe meritato di più il Pietrasanta, ben messo in campo da Marco Ceccomori, capace di ridare entusiasmo e morale a tutto l'ambiente biancoceleste (ora fanno 4 risultati utili consecutivi).

Gran giornata per Seravezza e Pietrasanta. Settima sconfitta di fila per il Camaiore

In Eccellenza (19ª giornata, 4ª di ritorno) il Seravezza Pozzi supera 2-0 a domicilio l'Urbino Taccola grazie a Maiorana che subentra dalla panchina nel secondo tempo, sblocca l'incontro col suo 3° sigillo in verdazzurro e si procura il rigore che Granaiola realizza. Il migliore in campo però è l'esterno destro Borgia. I seravezzini di Walter Vangioni restano così in scia, a -4, della capolista Roselle che fa la voce grossa col Gambassi battendolo 3-0 con reti del capocannoniere Nieto (per lui fanno 18 centri in campionato), Vento e Faenzi.

Segni di vita da parte del Camaiore che, pur giunto alla sua 7ª sconfitta di seguito, gioca bene al "Magona" di Piombino. Alla fine si arrende 1-0 (decide in chiusura di primo round Diego Pellegrini) ma questa è una sconfitta immeritata, e lo dimostra il fatto che il migliore in campo per distacco è il portiere del Piombino Rizzato (fra l'altro grande ex del Camaiore). Nelle fila bluamaranto molto bene Viola a dettare i tempi davanti alla difesa. Per la squadra di Paolo Moschetti, che a Piombino ha dovuto rinunciare agli squalificati Seghi e Marasco, la prestazione stavolta c'è stata eccome. Manca però ancora il risultato. E domenica prossima (5 febbraio) alle 15 al Comunale c'è il derbyssimo col Pietrasanta che può valere una stagione intera.

Proprio il Pietrasanta si impone a sorpresa, ma con pieno merito, sul Cenaia terzo della classe. Il divario netto di punti in classifica non si è affatto visto in campo. Sul pessimo terreno sabbioso del "XIX Settembre" i biancocelesti di Marco Ceccomori, privi dello squalificato Barbetti, vincono 2-1 in rimonta tornando così a quei 3 punti che gli mancavano da quasi 2 mesi (dal 4 dicembre). Avanti il Cenaia subito in avvio con Gamba, poi l'autorete di Signorini su cross da destra di Paolicchi e il gol-partita a inizio ripresa di Raffi rigirano il match come un calzino in favore del Pietrasanta che resta anche con l'uomo in più (nel Cenaia espulso Gari per doppia ammonizione). Gli ospiti si sbilanciano e i locali sfiorano più volte un 3-1 che non arriva (annullato inspiegabilmente un gol buono al difensore Madrigali per un fallo, che non c'è, sul portiere Serafini). Per il Pietrasanta si tratta della prima vittoria casalinga della stagione.

Domenica tutte le partite del campionato di Eccellenza Toscana inizieranno alle 15

Ricordiamo a tutti gli sportivi e addetti ai lavori che da domani domenica 29 gennaio tutte le gare dei dilettanti organizzate dal Comitato Regionale Toscana (quindi dall'Eccellenza in giù) inizieranno alle 15 e non più alle 14.30. Questo orario resterà in vigore fino a domenica 19 marzo compresa. La serie D, invece, resterà alle 14.30 fino allo scattare dell'ora legale (che avverrà fra sabato 25 marzo e domenica 26 marzo prossimi).

Fonte: Almanacco Calcio Toscano

Coppa Italia Eccellenza - Sarà il Rimini l'avversario della Baldaccio

Sarà il Rimini la squadra con cui la Baldaccio Bruni Anghiari si misurerà nel primo turno nazionale della Coppa Italia di Eccellenza. La formazione guidata dal tecnico Mastronicola ha infatti sconfitto 5-4 ai calci di rigore il Rolo nella finale dell’Emilia Romagna. La gara che si è disputata ieri pomeriggio allo “Stadio Nicoletti” di Riccione ha fatto registrare un sostanziale equilibrio che è durato non solo nei 90 regolamentari, ma anche nei tempi supplementari. Lo 0-0 di partenza non si è sbloccato e si sono così resi necessari i calci di rigore. Dagli undici metri l’ha spuntata il Rimini (5-4) che ha così alzato la Coppa qualificandosi per la fase nazionale. Baldaccio Bruni Anghiari e Rimini si affronteranno in un turno doppio ad eliminazione diretta. La gara di andata si svolgerà mercoledì 22 febbraio, il confronto di ritorno avrà luogo mercoledì 1 marzo. Ancora da decidere chi giocherà in casa la prima sfida e chi invece la seconda (così come l’orario dei due confronti). Quello con il Rimini sarà per la Baldaccio Bruni un confronto  affascinante e suggestivo. Perché la compagine di Mastronicola comanda la graduatoria del Girone B dell’Eccellenza dell’Emilia Romagna (52 punti raccolti su 22 partite giocate e 3 lunghezze di vantaggio sul Sasso Marconi), perché in rosa figurano giocatori che hanno calcato palcoscenici importanti (spicca su tutti Ricchiuti) e altri del nostro territorio (Riccardo Valori) e soprattutto perché i romagnoli vantano una storia prestigiosa con diverse stagioni nel campionato di Serie B (ultima parentesi quella vissuta tra il 2006 e il 2009). Il Rimini partirà ovviamente con il favore del pronostico, ma la Baldaccio ha dimostrato a più riprese di possedere importanti qualità e cercherà di scrivere un’altra pagina indelebile della sua storia sportiva. Ci sono insomma tutti i presupposti per “respirare” grande calcio e per continuare a cullare quel sogno cominciato mercoledì 11 gennaio con il trionfo nella Coppa Italia di Eccellenza toscana (successo conquistato sempre ai rigori dai biancoverdi contro il Roselle). Al 22 febbraio manca ancora poco meno di un mese e fino a quel giorno la squadra anghiarese dovrà solo pensare a far bene in campionato. Così come la squadra di mister Benedetti ha fatto nelle gare disputate in questo inizio di 2017 e guardando avanti giornata dopo giornata. Ad iniziare dalla difficile sfida esterna di domenica contro la Bucinese. Per il campionato e per la coppa il motto non cambia.. E allora come sempre FORZA BALDACCIO..!!

 Fonte:Almanaccodelcalciotoscano.it

Larcianese: è Lorenzo Roventini il nuovo tecnico. Prende il posto di Petroni

  La Dirigenza Viola non perde tempo e annuncia già il nome del nuovo tecnico della Prima Squadra: si tratta di Lorenzo Roventini, che già aveva guidato la Larcianese nella stagione sportiva 2014/2015, con cui ottenne un piazzamento play off al termine del girone "B" dell'Eccellenza. Roventini,  pisano di San Giuliano Terme classe 1962 , in passato è stato seduto sulle panchine di Borgo a Buggiano, Santa Maria Montecalvoli, Fortis Lucchese e Pisa Sporting Club (con vittoria Coppa Italia di Eccellenza), domani dirigerà il primo allenamento con capitan Pinto e compagni. La Società fa un grosso in bocca al lupo al nuovo allenatore, con l'auspicio di poter risollevare la squadra dalla complicata situazione creatosi, sperando di invertire la rotta già dalla prossima trasferta di Castelfiorentino. Fonte: Almanacco Calcio Toscano