Quinews Radio Bruno Toscana

Lega PRO

Viterbese-Lucchese, spareggio playoff

3 ko in fila nei quali ha subito 8 gol ed ennesimo cambio di allenatore in questa stagione, con secondo esonero di Cornacchini e panchina che patron Camilli (ha già annunciato che se ne andrà a fine stagione) ha affidato a Puccica. La Viterbese è decima a quota 41 e la Lucchese è undicesima a 40 dopo il tonificante successo con la Pro Piacenza. Se non è spareggio playoff questo... Anche quello del turno successivo a Meda. L'unico successo rossonero al Rocchi è datato anni '70. Ambiente caldo, non sarà facile per la truppa di Galderisi, tra l'latro un ex. Formazione. In porta non si sa se Nobile è guarito, comunque Di Masi ha dato garanzie. Dietro è squalificato Capuano che sarà sostituito da Maini, con Espeche e Dermaku completerà il reparto difensivo. In mezzo da valutare le condizioni di Mingazzini che con Bruccini e Cecchini e Tavanti sulle fasce (Merlonghi è acciaccato) costituirà il centrocampo, mentre davanti De Feo, anche lui appiedato dal giudice sportivo, lascerà spazio al giovane D'Auria, con Fanucchi e Raffini a completare il tridente offensivo. Sarebbero entrati altri due soci nella compagine lucchese adesso proprietaria del club. 

Pistoiese, Filippo Boni: "Il nuovo allenatore ci ha dato linee guida più precise, compattezza e un'identità chiara"

Filippo Boni, difensore della Pistoiese, è tra i protagonisti dell'ultimo week-end di Lega Pro: all'esordio con la maglia arancione, ha segnato contro la Cremonese, contribuendo all'inaspettata vittoria dei toscani contro la vice-capolista. Queste le sue sensazioni, riprese da StudioAssist.eu: "Sicuramente è stata una partita importante, che ci ha permesso di conquistare tre punti contro un avversario di prestigio. Credo che la Cremonese ha grandi qualità e se nelle prossime giornate dovesse recuperare qualche punto potrà giocarsela fino all'ultimo per la Serie B. Devo dire che contro i lombardi anche a livello personale è andata bene: non potevo chiedere di più. In questi mesi ho lavorato tanto per sfruttare al massimo la chance che mi sarebbe capitata e sono contento di esserci riuscito. la prima rete tra i professionisti è stata una grande emozione. Dedico il gol a tutti coloro che mi sono stati sempre vicini, in primis la mia famiglia e la mia fidanzata. Non è stato un anno facile, è vero, ma dando una bella risposta domenica ho dimostrato che nelle difficoltà si può imparare e crescere. Questo periodo sembrava un limite invalicabile, ma con l'impegno e il lavoro si supera tutto. Come ho segnato? Quando vado a saltare in area cerco di sfruttare ogni palla che mi capita. Il colpo di testa è tra le mie doti migliori e così mi piace provarci anche in attacco".

Spazio anche al rush finale di campionato: "Il nuovo allenatore, Atzori, ci ha dato linee guida precise, compattezza e un'identità chiara. Tutti marciamo nella stessa direzione. Ora siamo più tranquilli e dobbiamo continuare su questa strada perchè, classifica alla mano, non siamo nemmeno troppo distanti dai play-off. Viene voglia di crederci. Sappiamo di avere in programma delle partite in cui può accadere di tutto. Dobbiamo pensare a noi stessi, giocare una gara alla volta ed eventualmente sfruttare i punti che le altre lasceranno per strada. Lunedì siamo attesi da un'altra bella partita con l'Arezzo. Stiamo incontrando tutte le prime della classifica e questo deve essere uno stimolo per dare sempre di più".

Fonte>: Tuttolegapro

Robur Siena, Dario D'Ambrosio: "Con l'Alessandria abbiamo giocato un'ottima partita"

Dario D’Ambrosio, terzino della Robur Siena, prima dell’allenamento pomeridiano ha incontrato i giornalisti al "Bertoni" di Acquacalda. Il suo intervento - riportato dal sito ufficiale robursiena.it - è partito dall'analisi della vittoria contro la capolista: “Con l’Alessandria abbiamo fatto un’ottima partita, sicuramente siamo stati avvantaggiati nell’aver segnato nei primi minuti con Saric: l’abbiamo preparata bene sia dal punto di vista difensivo che offensivo, siamo migliorati anche dal punto di vista del gioco". Quindi il gemello d'arte si è proiettato al prossimo derby di Carrara: "Sabato sera avremo una partita molto difficile da affrontare, loro giocheranno alla morte per salvarsi; anche noi però siamo alla ricerca dei punti per raggiungere il prima possibile la salvezza. Ogni partita rappresenta delle difficoltà, basti pensare al match con l’Alessandria e a quello con la Lupa Roma. Dobbiamo andare a Carrara con la giusta concentrazione. Non so neanche quanto sono distanti i playoff, so solo che siamo a +9 dai playout ed è la cosa più importante". In chiusura una battuta sul suo ruolo: "Sono le mie prime tre partite da difensore centrale in questa stagione, ho già fatto questo ruolo altre volte in carriera ed è giusto farsi trovare pronti per ogni necessità”.

Fonte: Tuttolegapro

Galderisi compie 51 anni, come regalo dai giocatori la Lucchese ai playoff?

Giuseppe Galderisi compie 54 anni. Lo ha fatto il 22 marzo e come regalo dai suoi giocatori magari vorrebbe la qualificazione ai playoff. In un certo senso la Lucchese ha giocato due campionati, forse tre. Il primo, con difficoltà societarie ma con Forte e Terrani, quinto posto assoluto e tante soddisfazioni, coinciso con il girone di andata. Il secondo quello del periodo dell'avvento dei lucchesi alla guida del club, il terzo adesso quando si è scivolati all'11^ posto e quella post season c'è ancora da guadagnarla di nuovo, dopo averla avuta tra le mani. Nanu a Lucca è amato da tutti, ha salvato la squadra al primo anno, non è stato confermato, salvo poi richiamarlo al capezzale la stagione successiva e altra salvezza. Poi questo campionato, storia recente. Rimarrà? Difficile dirlo, in arrivo altri due soci, ma è chiaro che questo società, per la storia che ha, non può vivacchiare. Servono idee, soldi, programmi.  

Carrarese, Francesco Rampi: "A Piacenza abbiamo perso su di un rigore discutibile"

Francesco Rampi, difensore della Carrarese, intervenuto ai microfoni del sito ufficiale dei marmiferi, è tornato sulla sconfitta di Piacenza: "Sono assolutamente convinto che il direttore di gara della partita di Piacenza abbia preso una sorta di abbaglio clamoroso facendosi trarre in inganno dalla caduta e dall’urlo dell’avversario che non è stato colpito dal sottoscritto ma dalla palla che ho preso in anticipo per rinviare la sfera il più lontano possibile. Ho ancora il veleno dentro e sono dispiaciuto personalmente e per la squadra  di essere stato coinvolto in questa dubbia situazione che ha deciso la nostra partita con una sconfitta immeritata. In più c’era a favore della Carrarese un penalty solare che lo diventa ,ancor di più, se viene concesso quello che ci è stato fischiato contro".

Sul prossimo avversario, la Robur Siena: "Da qui alla fine del campionato tutte le partite saranno decisive e tanti saranno gli scontri diretti. Sono fiducioso per la gara contro i bianconeri perché stiamo bene di condizione fisica e non concediamo granché. I nostri avversari di sabato  sono di livello però mi auguro che anche un’episodio possa farci sbloccare la partita per metterla sul giusto binario perche con tutti  abbiamo dimostrato di saper dire la nostra sia in casa che in trasferta". Fonte: Tuttolegapro

Bella iniziativa dei tifosi del Pontedera presso il Bar Baldini

Bella iniziativa quella promossa ieri dai tifosi del Pontedera, consapevoli dell'importanza del loro apporto alla squadra in questo silicato momento della stagione, che vede comunque i granata momentaneamente fuori dalla zona play out. Dopo l'allenamento, tutti i calciatori e lo staff tecnico, si sono intrattenuti presso il Bar Baldini Stadio per un aperitivo con i tifosi del club "Gino Baldini", in un bel pomeriggio che ha regalato ancora di più spirito di unione. Oggi, poi, amichevole contro una selezione di studenti americani della University of St. Thomas (Minnesota): ingresso gratuito per chi volesse assistervi. Fonte: Tuttolegapro