Quinews Radio Bruno Toscana

Lega PRO

Pontedera-Piacenza alla ricerca degli ultimi punti utili

Per la 37^ e penultima giornata del girone A di Lega Pro, si sfidano Pontedera e Piacenza. I padroni di casa possono considerarsi salvi anche se, per avere la matematica certezza di evitare i play-out, serve una vittoria. Dal canto loro, gli ospiti, reduci da due pareggi consecutivi e ampiamente certi di disputare i play-off, potrebbero provare a dar la caccia alla quinta posizione, distante solo tre punti e che garantirebbe di giocare il primo turno degli spareggi in casa. 

PONTEDERA Mister Indiani parte dall'assodato 3-5-2. Intoccabile il terzetto difensivo composto da Risaliti, Vettori e Polvani. A centrocampo da decidere la posizione del duttile Della Latta, mentre il duo offensivo sarà Santini-Di Santo

PIACENZA Mister Franzini dovrebbe optare per un classico 4-3-3 al posto  del 3-5-2. L'allenatore dovrà fare i conti con due assenzi pesanti: il giudice sportivo ha infatti fermato per un turno il centrale difensivo Pergreffi e il mediano Taugourdeau. In attacco, Nobile e Franchi dovrebbero agire ai lati di Romero

Arbitra l'incontro il signor  Luca Zufferli della sezione di Udine coadiuvato dagli assistenti Andrea Zanetti di Portuguaro e Davide Moro di Schio. Negli ultimi due scontri diretti tra le due formazioni, il Piacenza ha vinto entrambi gli incontri e il Pontedera non ha segnato neanche un gol (1-0 e 3-0). Nelle ultime cinque partite i padroni di casa hanno vinto due gare, gli ospiti solo una. Al di là delle statistiche, ogni volta si ricomincia da zero...a zero.

Fonte: Tuttolegapro

Verso Viterbese-Arezzo, ripartire con direzione play-off

Una per riconfermarsi in pienissima zona play-off, l’altra per tenersi stretta quel prezioso terzo posto. Viterbese e Arezzo si affronteranno oggi pomeriggio con calcio d’inizio alle ore 16:30 allo stadio Rocchi di Viterbo. Un match che si preannuncia bollente, e non solo perché è la penultima giornata di regular season. E’ un vero e proprio anticipo play-off, tra due squadre organizzate e qualitativamente importanti. I laziali, dopo lo scivolone esterno di Siena, hanno voglia di riprendere la propria marcia e provare ad avvicinarsi al settimo posto distante ad ora tre punti. Se Atene nell’ultimo turno ha pianto, Sparta di certo non ha riso. Gli amaranto, infatti, sono caduti tra le mura amiche contro il Prato. Insomma una sfida non per deboli di cuore, i punti pesano come macigni.

L’arbitro dell’incontro sarà Daniel Amabile della sezione di Vicenza.

Fonte:Tuttolegapro

Il Prato si gioca la salvezza con la Giana

Penultimo impegno della Regular Season per i biancazzurri che domani, sabato 29 aprile 2017, alle ore 16.30 saranno impegnati al Lungobisenzio contro la Giana Erminio.
Lanieri reduci dalla vittoria in trasferta per 2-1 nel derby contro l´Arezzo, in zona playout ed in quartultima posizione in coabitazione con l´Olbia a 36 punti, ma davanti ai sardi in virtù del computo degli scontri diretti.
Giana Erminio in quinta posizione con 60 punti e reduce da 2 sconfitte consecutive con Pontedera in trasferta (2-0) e Pro Piacenza in casa (2-1). 
Prossimi avversari del Prato che oltre ad essere insieme alla Cremonese la formazione adaver ottenuto più punti in trasferta - 33 in totale - grazie a 9 vittorie e 6 pareggi, vantono il terzo miglior attacco del torneo con 55 centri. 
Capocannoniere della squadra lombarda l´attaccante Bruno con 17 gol all´attivo (nessuno segnato su rigore) ed al secondo posto della classifica marcatori generale dietro al duo d´attacco dell´Alessandria, Bocalon-Gonzalez entrambi a 19 reti. Giana Erminio che non vince fuori casa dallo scorso 2 aprile, quando si è imposta per 4-2 contro l´Alessandria. 
Squalificati, infine, e quindi non disponibili per la gara con il Prato i difensore Bonalumi e Perico, oltre all´attaccante Gullit.
Per quanto riguarda l´organico biancazzurro, il tecnico Francesco Monaco, dovrà rinunciare al difensore Fabrizio Danese ai box per un trauma contusivo. 
La gara fra Prato e Giana Erminia sarà diretta da Vito Mastrodonato di Molfetta, coadiuvati da Giuseppe Macaddino di Pesaro ed Alessandro Colinucci di Cesena.
Lo scorso 11 dicembre la gara fra Giana Erminio e Prato terminò 0-0.
 
I convocati biancazzurri per la gara fra Prato e Giana Erminio
 
Portieri: 33 Layeni, 1 Melgrati, 22 Reggiani.
Difensori: 32 Beduschi, 26 Benucci, 2 Catacchini, 23 Ghidotti, 30 Marzorati, 5 Martinelli, 29 Tomi.
Centrocampisti: 21 Brondi, 8 Carcuro, 20 Checchin, 6 Romano, 7 Gargiulo, 34 Marini, 28 Strada.
Attaccanti: 16 Ceccarelli, 31 De Marchi, 11 Di Molfetta, 19 Malotti, 9 Moncini, 40 Piscitella, 10 Tavano.
 
Ecco le parole di mister Francesco Monaco alla vigilia

Sabato Olbia-Robur Siena. Per i bianconeri la partita della verità

 

Domani allo stadio "Bruno Nespoli" l'Olbia ospiterà la Robur Siena nella 37^ e penultima giornata del Girone A, fischio d'inizio alle 16:30. Una gara che vede due squadre in lotta per la salvezza ma a diversa distanza dall'obiettivo. I toscani infatti, con 42 punti, hanno bisogno solamente di un pareggio per la matematica certezza di mantenere la categoria. Dopo una parentesi sicuramente poco positiva, con appena un punto in cinque gare, nello scorso turno il 3-2 sulla Viterbese ha fatto tornare il sorriso in casa bianconera, adesso serve solo l'acuto finale.

Dall'altro lato invece l'Olbia, nonostante abbia ritrovato il successo dopo una striscia negativa a dir poco terrificante (appena due punti in dodici gare prima dello 0-1 conquistato a Pistoia), non può certo dirsi tranquilla. I bianchi infatti sono in piena zona play-out con 36 punti, a due lunghezze dalla salvezza diretta, e il calendario non è certo dei migliori. Oltre a questa sfida infatti, all'ultima giornata dovranno giocare ad Arezzo, la terza in classifica attualmente. L'impresa in ogni caso, come il calcio insegna, è ostica ma non impossibile. Inoltre l'iniezione di fiducia data da mister Mereu (con lui in panchina 4 punti in due gare), potrebbe risultare decisiva.

Arbitrerà il signor Alessandro Pietropaolo di Modena, coadiuvato dagli assistenti Fernando Cantafio di Lamezia Terme e Alessandro Salvatori di Rimini.

Fonte: Tuttolegapro

Lucchese-Carrarese, punti decisivi in palio

Punti decisivi in palio, quando mancheranno poi solo 90' al termine della stagione che per i rossoneri si spera abbia una appendice, i playoff, per i gialloazzurri invece è il contrario, i marmiferi sperano di chiudere il 7 maggio, ciò vorrebbe dire evitare gli spareggi dei playout.La Carrarese ha vinto 4 degli ultimi 5 confronti, all'andata finì 1-1 con pareggio di Forte al 90'. la Lucchese non batte gli apuani dal 2010, quando ci fu la promozione nell'allora C1. Tra presente, con i playoff che sarebbero una bella soddisfazione e futuro, caccia a nuovi soci o a robuste sponsorizzazioni per poter costruire prospettive di rilievo in una città fredda a livello di entusiasmo ma dove non si può vivacchiare. Lopez, che probabilmente verrà confermato, recupera Maini in difesa se volesse utilizzarlo, Merlonghi per il centrocampo dove sarà inserito Tavanti. Poi è la stessa compagine che ha perso a Cremona. Nella Carrarese manca Batistini squalificato. 

Lega Pro, tutti i verdetti in bilico nel girone delle toscane a 180 minuti dalla fine del torneo

Mancano ormai solo 180 minuti, ovvero due giornate, alla fine della stagione regolare. Il girone A si sta dimostrando il più equilibrato dal momento che non ha emesso ancora nessun verdetto: a differenza degli altri due raggruppamenti nei quali è già matematica la promozione in B di Venezia e Foggia, sarà infatti probabilmente lotta fino all'ultima curva fra la Cremonese e l'Alessandria per la vittoria del campionato e la conseguente promozione diretta fra i cadetti. E' bagarre anche in zona play-off dove le due squadre amaranto di Toscana, Arezzo e Livorno, duellano per chiudere al terzo posto: al momento gli aretini hanno un poco rassicurante +1 sui labronici. Dietro a loro sono già certe di un piazzamento nei play-off le varie Giana Erminio, Piacenza Como, così come è quasi certa della partecipazione agli spareggi promozione anche la Viterbese. Tutte questi club sono comunque alla ricerca della migliore posizione possibile in griglia. E' invece corsa a tre per gli ultimi due posti utili, con il Renate avvantaggiato di due punti su Lucchese Pro Piacenza: le due formazioni rossonere sono appaiate a quota 48 e solo una staccherà il pass per i play-off, quindi si profilano 180 minuti di fuoco per scoprire chi la spunterà.

Dietro troviamo tre formazioni toscane che hanno virtualmente già concluso il proprio campionato a metà classifica: Pontedera, Pistoiese Siena si trovano infatti a 42 punti e se, sulla carta, mancherebbe loro ancora un punto per la salvezza certa, è assai improbabile che dietro tutte vincano le ultime due partite e quindi i tre club del Granducato possono di fatto giocare con serenità già pensare a programmare la prossima stagione.

Leggi tutto...