Quinews Radio Bruno Toscana

Serie A

Tim Cup: ufficializzate le date della prossima stagione

 

Sono state rese note dalla Lega Serie A le date della Coppa Italia Tim 2018/19:

Primo turno eliminatorio  domenica 29/07/2018
Secondo turno eliminatorio  domenica 05/08/2018
Terzo turno eliminatorio  domenica 12/08/2018
Quarto turno  mercoledì 05/12/2018
Ottavi di finale  domenica 13/01/2019
Quarti di finale  mercoledì 30/01/2019
Semifinali (andata)
Semifinali (ritorno)
mercoledì 06/02/2019
mercoledì 27/02/2019
Finale  giovedì 25/04/2019

Ufficiale: Inzaghi allenerà il Bologna, De Zerbi il Sassuolo

Il Bologna Fc 1909 comunica di aver affidato la guida tecnica della prima squadra a Filippo Inzaghi, che ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2020. La conferenza di presentazione del nuovo allenatore è in programma domani alle ore 11 presso la sala stampa dello stadio Dall’Ara.

Questa mattina, presso la sede Mapei di Milano, è stato definito l’accordo per conferire l’incarico di allenatore della Prima Squadra del Sassuolo a Roberto De Zerbi. L’accordo decorre dal 1° Luglio 2018 e prevede una durata biennale fino a Giugno 2020. La presentazione alla stampa e ai media avverrà nelle prossime settimane

FORTE DEI MARMI VA IN GOL CON LA MOSTRA DEL CALCIO DI PAOLO ROSSI

PABLITO, GREAT ITALIAN EMOTIONS è una mostra internazionale itinerante, dedicata al Campione del Mondo e Leggenda del calcio Paolo Rossi e all’indimenticabile impresa del Mondiale di Spagna 1982, un trionfo internazionale di un intero Paese rimasto per sempre nel cuore e nei ricordi degli italiani. 

 

Nella storia del calcio mondiale, sono solo otto gli atleti capaci di aggiudicarsi il Pallone d’Oro, la Coppa dei Campioni o Champions League e la Coppa del Mondo. Tre brasiliani (Kakà, Rivaldo e Ronaldinho), due tedeschi (Muller e Beckenbauer), un inglese (Bobby Charlton), un francese (Zidane) e Paolo Rossi: orgoglio italiano. 

Paolo è uno dei quattro Palloni d’Oro italiani, il secondo dopo Gianni Rivera seguito da altri fuoriclasse come Roberto Baggio e Fabio Cannavaro. Ma solo lui, tra gli italiani, ha vinto anche la Scarpa d’Oro, il titolo di capocannoniere ai mondiali (Spagna ’82). E si fregia anche del primato di essere l’unico al mondo ad aver segnato tre gol in una sola partita al Brasile, secondo tutti imbattibile, di Zico, Falcao, Socrates e di tanti altri campioni in quell’indimenticabile pomeriggio di inizio luglio al Sarrià di Barcellona. Negli anni, Pablito, ha collezionato tutti i premi che un calciatore sogna di conquistare. Ma non è tutto: sono arrivati riconoscimenti prestigiosi come il Collare d’Oro (2017), la massima onorificenza conferita dal Coni ad uno sportivo, il nome Paolo Rossi fa parte della ristretta cerchia della Hall of Fame italiana (Figc, 2017) e poi ancora l’iscrizione per meriti sportivi nel Salon de la Fama del Futbol International (Pachuca, Messico, 2017).

Dunque, Paolo Rossi rappresenta un brand dell’eccellenza italiana nel mondo. 

 

LA MOSTRA GREAT ITALIAN EMOTION: CONTENUTI E MOTIVAZIONI 

 

“Pablito Great Italian Emotion” (www.pablitogreatitalianemotions.com), è un percorso emozionate, pieno di ricordi e trofei, della vita professionale di Paolo Rossi, ma è anche un inno al mondiale conquistato da Enzo Bearzot e da tutto il suo fantastico gruppo di calciatori e uomini veri di cui Rossi ha fatto parte, un team che ha stupito il mondo con un’ impresa storica sulla quale in pochi credevano. Ed è anche uno spaccato dei formidabili Anni Ottanta, un periodo dove l’Italia rialzava la testa dopo gli anni bui del terrorismo ed anche l’entusiasmante vittoria a Spagna ‘82 contribuì ad un rilancio del nostro Paese. L’attesissimo evento trova ora in Versilia una sua collocazione naturale, davanti al mare di Forte dei Marmi e dei Ronchi dove Paolo è cresciuto, frequentandolo fin da bambino, con la sua famiglia originaria di Prato. La mostra ha toccato negli ultimi tre anni con grande successo varie località italiane: Sirmione sul Garda, Gaiole in Chianti, Senigallia, Prato, Vicenza, Cesenatico ed Arezzo. Un successo particolare è arrivato a Prato e Vicenza, la patria anagrafica e quella adottiva di Pablito. Nella città laniera si è registrato un picco di 15mila presenze in quattordici giorni.

Altrettanti consensi si attendono ora a Forte dei Marmi, dove la mostra sarà ospitata grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale nella suggestiva cornice del Fortino, simbolo di uno dei borghi balneari più esclusivi e rinomati del mondo. Sarà una tappa estiva in attesa di quelle metropolitane previste nei prossimi mesi a

 

Firenze, Milano, Torino, Roma, Bologna e Perugia. Ma non ci si fermerà qui perché

 sono già in calendario trasferte anche all’estero (Monaco, Stati Uniti, Canada e Cina). Il percorso terminerà con la creazione di un museo permanente in una location ancora da definire.

Anche a Forte dei Marmi la rassegna, che ha la Gazzetta dello sport come media partner, sarà caratterizzata da sale interattive, dove i ragazzi potranno accedere, giocare e riavvolgere il nastro dei ricordi nei locali dedicati ai vecchi e nuovi giochi sul calcio: dal subbuteo alla play station. 

In Versilia, come altrove, saranno coinvolte nell’organizzazione, l’Amministrazione comunale e le altre istituzioni locali, e le scuole con la partecipazione di tanti studenti. Una ribalta sportiva, sociale e mediatica capace di attirare anche personaggi pubblici di rilievo nazionale e internazionale: dai campioni dello sport, ai personaggi della cultura, dello spettacolo, dell’informazione e dell imprenditoria che conferiscono al format “Pablito Great Italian Emotion” una grande visibilità e risonanza.

 

Pablito Great Italian Emotions

www.pablitogreatitalianemotions.com

I PRESTIGIOSI OGGETTI DELLA MOSTRA 

All’interno di Pablito Great Italian Emotion si possono ammirare: il Pallone d’Oro, la Scarpa d’Oro, il Collare d’Oro, le maglie azzurre indossate da Paolo Rossi nel corso dell’irripetibile galoppata di Spagna ‘82 e tra queste la divisa indossata nel match con il Brasile dove l’attaccante che tutto il mondo ci ha invidiato ha segnato una tripletta. In mostra anche le maglie di alcuni avversari delle più qualificate nazionali partecipanti al mondiale spagnolo. Nomi celeberrimi della storia del calcio intercontinentale 

 

Di grande effetto anche la riproduzione del campo di calcio in miniatura dove

saranno schierati, nella loro posizione tattica, i protagonisti della finale ‘82 Italia – Germania. Ogni giocatore sarà rappresentato da un monitor dove verranno riprodotte le sue azioni di gioco più significative.

Nel grande schermo invece verranno diffusi filmati che fanno parte della storia del calcio mondiale che hanno come protagonisti, oltre agli eroi azzurri di quella fantastica galoppata, anche il CT Enzo Bearzot e il Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Ci sarà spazio anche ai ricordi perché i visitatori saranno coinvolti nel percorso della mostra e invitati a lasciare un loro pensiero personale, attraverso una bacheca dove potranno scrivere e raccontare di quel mondiale 1982. Gli scritti faranno poi parte dell'archivio storico del museo che verrà realizzato al termine del tour.

Particolare importante: l’ingresso alla mostra sarà gratuito e chi vuole potrà donare liberamente un contributo alle Associazioni Onlus che collaborano con l’organizzazione. A Forte dei Marmi sarà presente l’Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore fondata da Paolo Brosio per la costruzione dei progetti Mattone del Cuore per la costruzione di Case di accoglienza orfani e anziani abbandonati ed il Primo Pronto Soccorso della storia di Medjugorje in Bosnia Erzegovina.

I dieci acquisti che dobbiamo aspettarci questa settimana

Nonostante il via ufficiale del calciomercato sia ancora distante, le trattativa sono già entrate nel vivo con diverse squadre che sono vicine a concludere i primi colpi in entrata. Tuttomercatoweb.com vi propone una previsione dei prossimi 10 colpi che potrebbero verificarsi nel corso della settimana in una breve lista aggiornata ogni lunedì.

Emre Can alla Juventus - E' stato uno dei colpi più chiacchierati degli ultimi mesi, con i bianconeri che hanno corteggiato il centrocampista tedesco in scadenza col Liverpool fin dallo scorso autunno. Adesso l'accordo è stato raggiunto e in settimana sono attese le visite mediche che saranno l'anteprima della firma e dunque dell'ufficialità. Al giocatore contratto di cinque anni a 6 milioni di euro a stagione.

Ante Coric alla Roma - Centrocampista classe '97 di nazionalità croata, oggi è approdato nella Capitale per effettuare le visite mediche di rito che precedono la firma dell'accordo che lo vedrà passare dalla Dinamo Zagabria alla Roma. 7 milioni di euro più 1 di bonus il prezzo del cartellino di uno dei talenti più interessanti del panorama europeo.

Maurizio Sarri al Chelsea - L'entourage dell'allenatore e la dirigenza dei Blues stanno spingendo sull'acceleratore per chiudere l'operazione il prima possibile. Da risolvere prima di tutto il rapporto tra Conte e il club di Abramovich, poi anche la clausola presente sul contratto dell'ex tecnico del Napoli che lo stesso Chelsea non vorrebbe versare nelle casse di De Laurentiis. Possibile che la mediazione porti a una via di mezzo che possa accontentare tutti e soprattutto permettere a Sarri di approdare in Premier League.

Allenatore dell'Udinese - Non pare essere così vicina la soluzione per la panchina dei bianconeri, con il patron Pozzo che è intenzionato a trovare alla svelta una soluzione che non risponde al nome di Cesare Prandelli che questa mattina ha smentito con forza la pista friulana. Uno degli ultimi nomi che si fanno è quello di Quiche Sanchez Flores, che nel 2015-2016 aveva già lavorato per i Pozzo al Watford prima di passare all'Espanyol. In Italia piace Rolando Maran dopo la fine dell'avventura clivense.

L'allenatore del Cagliari - Dopo l'addio di Diego Lopez, sono tre i nomi che il club sardo starebbe prendendo in considerazione per la prossima stagione. Il primo è De Zerbi, ex Benevento; poi Ivan Juric, dopo il fallimento col Genoa; infine Rolando Maran, in cerca di una nuova panchina dopo l'esonero dal Chievo.

Matteo Darmian alla Juventus - Un altro vecchio pallino bianconero pare essere più vicino a concludere positivamente un lunghissimo corteggiamento. L'ex Torino vuole i bianconeri con forza, e la sua volontà sta pesando molto su un affare che potrebbe chiudersi a breve con la benedizione di José Mourinho. Marotta dovrebbe versare circa 15 milioni di euro per convincere definitivamente il Manchester United a lasciar partire l'esterno della Nazionale.

Ivan Marcano alla Roma - Il difensore in scadenza del Porto è ormai convinto di accettare la proposta giallorossa, con Monchi che deve solo ultimare gli ultimi dettagli per dare il via libera alle visite mediche. La sensazione è che a ore, lo spagnolo possa atterrare a Fiumicino per iniziare la nuova avventura italiana.

Pepe Reina e Ivan Strinic al Milan - Entrambi hanno già confermato di aver pre-firmato i rispettivi contratti con i rossoneri. A breve arriverà l'ufficialità delle due trattative, con il Milan che, in attesa di conoscere il proprio futuro europeo, ha già iniziato a costruire la squadra del futuro.

Stephan Lichtsteiner all'Arsenal - L'esterno svizzero, salutata la Juventus dopo una lunga e vincente avventura italiana, è pronto ad accettare l'offerta dei Gunners dopo il fallimento della trattativa con il Borussia Dortmund. Il giocatore è stato anche vicino al Monaco, ma il richiamo della Premier League pare averlo convinto a ripartire da Londra.

Rod Vodisek al Genoa - Lo sloveno arriva con il duro compito di sostituire Mattia Perin, già promesso sposo della Juventus. Il giocatore arriva dall'Olimpia Lubiana, ha già effettuato le visite mediche e nei prossimi giorni verrà ufficializzato dal Grifone con un contratto di cinque anni.

Fonte: TuttoMercatoweb.com

Sassuolo: idea Prandelli per la panchina. Iachini…

Dopo le esperienze al Galatasaray, al Valencia e quella più recente all’Al Nasr Dubai l’ex allenatore viola potrebbe essere in procinto di tornare ad allenare una squadra italiana. Secondo alcune indiscrezioni riportate dal “Corriere dello Sport”, infatti, il Sassuolo – visto il sempre più probabile addio di Beppe Iachini – starebbe pensando di affidare la panchina neroverde proprio al tecnico Cesare Prandelli. Dopo l’opaca stagione, la società, già a partire da quest’estate sarebbe intenzionata a ripartire con una marcia diversa. Ed è proprio in virtù delle nuove ambizioni della dirigenza neroverde che, il nome di Cesare Prandelli, sarebbe stato individuato come quello giusto. Malgrado l’ex tecnico della Fiorentina sia ancora sotto contratto fino a luglio con l’Al Nasr Dubai, la probabilità di trovare un accordo che possa consentire all’ex Ct della Nazionale di raggiungere a breve l’Italia, resta comunque molto alta.

Fonte: Mediagol.it

Bologna: Donadoni verso l'addio, Ventura favorito per la panchina

Giampiero Ventura la prossima stagione potrebbe tornare ad allenare in Serie A. L’ex commissario tecnico della nazionale, secondo quanto riporta il ‘Corriere di Bologna’, potrebbe sostituire Roberto Donadoni sulla panchina dei rossoblu. L’ex giocatore del Milan, nonostante un contratto ancora lungo, potrebbe essere liquidato al termine della stagione. I dirigenti del Bologna stanno valutando una serie di allenatori e il favorito al momento pare Ventura.
Donadoni verso l’addio al Bologna
Il Bologna otterrà un’altra salvezza tranquilla, ma la proprietà si attendeva qualcosa di più. I rossoblu hanno vissuto un campionato a fasi alterne, hanno perso troppe partite e il decimo posto, che sembra il massimo traguardo possibile, potrebbe non bastare al presidente Saputo. I dirigenti del Bologna avrebbero sondato anche Giampaolo e Gasperini, ma i due per motivi diversi non sembrano troppo attratti da questa offerta. E così in pole position pare Ventura, che tornerebbe in Serie A dopo due anni.

Fonte:FanPage.it