Quinews Radio Bruno Toscana

Serie A

L'Inter fatica in casa col Pordenone, passa solo ai rigori

Il Pordenone sfiora un colpaccio storico, l'Inter rischia una figuraccia. E in parte la fa. La squadra di Spalletti avanza ai quarti battendo i friulani di Serie C solo ai calci di rigore (5-4), dopo che i tempi regolamentari erano finiti sullo 0-0. La serata di Coppa Italia regala emozioni e di colpo spiega a tutti perché Spalletti giochi sempre con gli stessi uomini. I vari Dalbert, Karamoh e Cancelo non convincono, il Pordenone avrebbe meritato un premio per come interpreta la gara di San Siro. La favola dei friulani si ferma all'ultimo calcio di rigore sulla parata di Padelli su Parodi e alla trasformazione di Nagatomo.

Giornalisti, è morto Everardo Dalla Noce

È morto, all'età di 89 anni, Everardo Dalla Noce. Lo rende noto il sito della Spal: "In queste ore è scomparso Everardo Dalla Noce, noto giornalista radio-televisivo in Rai, da sempre tifoso della Spal. Storica voce di "Tutto il calcio minuto per minuto", nonché inviato del Tg2 dalla Borsa di Milano per aggiornamenti economici, Dalla Noce per 30 anni ha lavorato nel servizio radio-televisivo nazionale con un occhio di riguardo sempre per la sua passione biancazzurra. La società Spal 2013 srl si stringe attorno alla famiglia Dalla Noce per la dolorosa scomparsa, consapevole di essere rimasti orfani di un grande tifoso, garbato ed ironico nella sua passione per i colori spallini". Nato a Ferrara, gli esordi di Dalla Noce furono come radiocronista sportivo: si occupava di calcio e automobilismo. Nella trasmissione "Tutto il calcio minuto per minuto" seguiva la Spal e le squadre milanesi, nonché diversi campionati mondiali di Formula 1. Passato alla televisione, lavorò per il Tg2, curando uno spazio dedicato alla Borsa, in collegamento da Milano o dalla sua Ferrara. Tifosissimo della Spal ma simpatizzante anche del Napoli, dal 1993 al dicembre 1996 partecipò come inviato speciale a "Quelli che... il calcio", trasmissione condotta allora da Fabio Fazio. 

Fonte:Rainews

Torino, tre punti tra le polemiche: Lazio sconfitta 3-1 all'Olimpico

Il Torino espugna l'Olimpico tra le polemiche nel posticipo del lunedì della sedicesima giornata di Serie A. La squadra di Sinisa Mihajlovic si impone per 3-1, grazie alle reti firmate da Berenguer, Rincon ed Edera. Di Luis Alberto il momentaneo 1-2, che aveva illuso i ragazzi di Simone Inzaghi, inviperiti con l'arbitro Giacomelli per l'espulsione di Immobile al termine del primo tempo e la mancata concessione di un rigore nella stessa azione. Serata da dimenticare per i capitolini, perché nel finale è arrivato anche l'infortunio di Luis Alberto.

Fonte: TUTTOMERCATOWEB

UFFICIALE: Genoa-Atalanta rinviata per maltempo: si giocherà martedì

 

 

Genoa-Atalanta è stata ufficialmente rinviata. A causa del maltempo che ha colpito il nord Italia infatti la Lega ha rinviato la sfida a martedì alle 19: "Il Commissario della Lega Serie A Carlo Tavecchio, considerata l'allerta meteo arancione sulla città di Genova diramata per lunedì 11 dicembre dall'ARPAL, ha disposto, sentito il parere favorevole delle due Società, il rinvio di 24 ore della partita Genoa - Atalanta. L'incontro, inizialmente programmato per lunedì 11 dicembre alle ore 19.00, si disputerà quindi il 12 dicembre alla stessa ora".

Fonte: TuttoMercatoWeb

Juve-Inter finisce a reti bianche

Il derby d'Italia non ha né vincitori né, anche se a sorridere maggiormente è l'Inter, che con lo 0 a 0 mantiene non solo la propria imbattibilità, ma soprattutto la vetta della classifica. La Juventus invece recrimina per alcune chance sprecate ma soprattutto per la traversa centrata da Mandzukic a fine primo tempo. Ai punti i bianconeri avrebbero meritato qualcosa in più, ma la gara ha viaggiato sul filo dell'equilibrio per tutti e 93 i minuti di gioco, senza pendere mai nettamente in favore della Vecchia Signora.

 

Il Crotone ha scelto: il nuovo tecnico è Walter Zenga

Walter Zenga è il nuovo allenatore del Crotone. Dopo l'addio di Nicola in contrasto con la società per alcune mosse del presidente durante l'intervallo del match con l'Udinese, la squadra calabrese ha scelto un nuovo tecnico che di fatto cercherà di dare nuova energia alla squadra in vista della dura lotta per la salvezza. Il vice di Zenga sarà Benny Carbone. La scelta del Crotone è andata nella direzione di dare alla squadra un tecnico grintoso capace di poter stimolare l'orgoglio dei giocatori in vista delle prossime gare che saranno decisive. Sono molto felice di essere qui in questa famiglia importante del mondo del calcio - le prime parole del nuovo allenatore -. Prometto che farò di tutto per onorare questa famiglia e che lavorerò tantissimo per questa squadra. Forza Squali". Di fatto per Zenga si tratta di un ritorno in Serie A. Il tecnico infatti aveva allenato la Sampdoria e ancora prima il Catania e il Palermo. La sua ultima avventura in panchina è in Inghilterra al Wolverhampton. Adesso c'è una nuova avventura che ha tutto il sapore di una vera e propria sfida. Ripetere il miracolo dello scorso anno con la salvezza non sarà facile.

Fonte: ILGIORNALE