Quinews Radio Bruno Toscana

Serie B

Dopo le dimissioni di Abodi, si candida alla presidenza della Lega di B Claudio Lotito

Claudio Lotito si candida alla presidenza della Lega di serie B dopo le dimissioni, definite irrevocabili, presentate dal presidente Andrea Abodi. "Diversi presidenti mi hanno chiesto di ripensarci - ha detto Abodi - e di tornare alla guida della Lega B, ma ho preso la mia decisione - Non cambio idea, sono una persona libera e coerente e mi sembra opportuno fare un passo indietro e a lato per il bene di questa Lega". Possibile un incarico in un club. L'attuale numero uno della Lazio e della Salernitana una volta eletto, dovrebbe cedere le quote della società granata.

E' quanto è emerso dopo un Consiglio di Lega piuttosto agitato, convocato per la data delle elezioni nel quale si sono contrapposte due diverse fazioni: da una parte quelli che avevano sostenuto il presidente Abodi nella sua corsa alla guida della Figc e dall'altra i suoi oppositori, guidati proprio da Claudio Lotito. I 22 presidenti di B sono spaccati e il presidente del Frosinone Stirpe si è dimesso dal consiglio di Lega. 

FONTE: RAISPORT

Fabio Liverani è il nuovo allenatore della Ternana

La Ternana Calcio comunica di aver ingaggiato il signor Fabio Liverani in qualità di allenatore della prima squadra, con un contratto fino al 30 giugno 2017. Lo staff del neo tecnico delle Fere, che nel pomeriggio dirigerà il primo allenamento in rossoverde, sarà composto da: Antonio Alessandria (vice allenatore), Alessandro Scaia (preparatore atletico) e Marco Bonaiuti (preparatore dei portieri). A tutti va l’augurio di buon lavoro da parte di ogni componente societaria. Fonte: FirenzeViola

Ternana, Gautieri esonerato. Se non torna Carbone in pole Liverani

Secondo quanto riportato da GianlucaDiMarzio.com la Ternana avrebbe deciso di esonerare l'allenatore Carmine Gautieri, dopo la sconfitta rimediata contro la Pro Vercelli, la sesta consecutiva. Tre le ipotesi paventate: la più calda è quella che risponde al nome di Fabio Liverani. Altrimenti possibile il ritorno di Benito Carbone, oppure la terza scelta sarebbe quella di Cristiano Bergodi.

Fonte: Tuttomercatoweb

Quanti punti verranno tolti al Pisa? Un cavillo può far avere lo sconto

Quanti punti verranno tolti al Pisa? Il club dovrebbe essere penalizzato di 4 punti, ma Corrado vuole evitare il peggio visto che ha già pagato un dazio molto alto per l’eredità lasciata dai Petroni. Il primo punto per il mancato pagamento dei contributi (mesi di luglio-agosto) è ormai perso, ma il Pisa punta ad evitare la recidiva per i mesi di settembre-ottobre dove la società uscente non ha pagato neppure gli stipendi. La difesa dell’avvocato Mattia Grassani punta sul fatto che la nuova proprietà era ormai pronta a subentrare e per pagare stipendi e contributi si poteva usare la caparra versata da Corrado nel deposito vincolato della Lega. Il Pisa di oggi parla di un “eccesso di colpa” e spera di spuntarla almeno parzialmente. La Lega B non ha potere decisionale, quindi bisognerà attendere il parere della corte federale che dovrebbe arrivare a metà aprile, quando la stagione sarà nel vivo e quindi potrebbero esserci contraccolpi anche psicologici per i nerazzurri

Ufficiale la data del recupero di Ascoli-Pro Vercelli

La sfida tra Ascoli e Pro Vercelli, valevole per la prima giornata di ritorno della Serie B ConTe.it, inizialmente in programma il ventuno gennaio scorso ma rinviata per i problemi legati al terremoto ed al maltempo che ha colpito il Centro Italia, verrà recuperata il prossimo 14 febbraio alle 18.30.

Abodi rieletto presidente della Lega di Serie B: è il terzo mandato

Andrea Abodi è stato eletto per la terza volta di fila presidente della Lega B. L’assemblea dei 22 club cadetti lo ha confermato con 16 voti a favore, 5 schede bianche e una nulla. Nel gennaio 2013 Abodi era stato eletto all’unanimità.

Accanto ad Abodi, continuerà a svolgere il ruolo di vice presidente della Lega il presidente dello Spezia Andrea Corradino. In qualità di consiglieri sono invece stati eletti Carlo Accornero (vicepresidente del Novara), Maurizio Setti (presidente Hellas Verona), Andrea Cardinaletti (amministratore unico Ascoli), Marco Mezzaroma (co-patron della Salernitana), e Maurizio Stirpe (presidente Frosinone).

Quella di oggi per me è una testimonianza di fiducia rinnovata – ha commentato Abodi al termine dell’assemblea elettiva -. Nel 2010 ero partito con 10 voti favorevoli a 9 e oggi ho ottenuto un consenso piu’ ampio, anche se nel 2013 ero stato eletto con l’unanimità dei voti. Quello che conta però non è il numero dei voti, ma avere la coscienza a posto, avere stimoli per fare meglio e di più per questa Lega, per i club, i tifosi e il calcio in generale”.

Il 13 febbraio, invece, sarà reso noto se Andrea Abodi correrà o meno per la presidenza della Federcalcio. Lo ha annunciato lo stesso Abodi, spiegando che “la maggioranza dell’assemblea ha deciso che si votasse scandendo in modo distinto l’elezione e le scelte di politica federale”. “Mi è stato chiesto di esplicitare la mia disponibilità ad andare oltre la Lega. Ma deve essere l’assemblea a darmi un’indicazione, poi ci sono le valutazioni personali” ha detto Abodi, che considera i 16 voti favorevoli “un viatico sufficiente” per affrontare la sfida federale a Carlo Tavecchio.

Da qui al 13 febbraio, insieme a tutti gli altri presidenti, cercheremo di costruire un documento di verifica degli impegni presi. Per noi – ha continuato il presidente della Lega B – quello che conta non sono le promesse elettorali ma le soluzioni quotidiane, il rispetto costante. Non è un problema personale ma di prospettiva di questa categoria e dell’intero sistema. Chiunque riesce a garantire il bene di questa associazione avrà il mio supporto e il nostro consenso. Ma deve essere sostenuto da assoluta credibilità e profonda convinzione”.

 

 

Fonte:calcioefinanza.it