Quinews Radio Bruno Toscana

Empoli FC

L'Empoli non molla il portiere Gabriel del Milan: vorrebbe riprenderlo

Il portiere brasiliano Gabriel è tornato al Milan dopo aver trascorso una stagione in prestito all'Empoli. Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport il club toscano sarebbe disposto a riprendere l'estremo difensore e sta cercando di trattare con il Milan, il quale però sembrerebbe poco propenso a far partire il giocatore.

Fonte: TUTTOMERCATOWEB

Empoli-le news di mercato in casa azzurra

Manca solo l'ufficialità, Mchedlidze continuerà a vestire la maglia dell'Empoli anche per la prossima stagione. Dopo la stagione sfortunata per il georgiano, lontano dal rettangolo verde tra infortuni e scelte tecniche, sembravano essere davvero poche le possibilità di un prolungamento con gli azzurri ma pare che la società e il giocatore siano arrivati ad un accordo, con il georgiano pronto a subentrare alla coppia Caputo-Donnarumma nella massima serie.

Per la difesa c'è da sciogliere il nodo Luperto, il quale dopo un anno di prestito secco dal Napoli potrebbe rientrare alla base viste le dichiarazioni lasciate dal suo procuratore Nappi, dichiarando di voler attendere le decisioni della società partenopea.

Ipotesi anche per la porta, dove Gabriel nei suoi sei mesi all'Empoli ha dimostrato di essere un ottimo sostituto all'infortunato Provedel. Quest'ultimo sta continuando il suo percorso di riabilitazione ma pare che la società abbia comunque interesse, visto l'ottimo lavoro del brasiliano, a parlare con il Milan (proprietario del cartellino) per capire se ci fossero i presupposti per potere rivedere anche nella prossima stagione l'estremo difensore. Il contratto con il Milan scade nel 2019 e la società rossonera vuole monetizzare l'uscita di Gabriel, i costi dell'operazione sembrano essere superiori ai parametri imposti dalla società azzurra e due portieri in casa lasciano al momento dubbi sulla riuscita dell'operazione. Staremo a vedere.

 

Empoli-Parte già il mercato con il primo acquisto:Marcjanik ha firmato.

Michal Marcjanik è il primo rinforzo per la stagione 2018/2019, contratto di tre anni per il difensore polacco con anche l'opzione per il quarto.

Il giocatore era in scadenza di contratto con l'Arca Gdynia, società calcistica polacca con sede nella città di Gdynia.

Aurelio Andreazzoli prolunga fino al 2020

Non c'erano dubbi sul proseguimento di collaborazione fra l'Empoli e mister "nonno" Aurelio Andreazzoli, ma da pochi minuti è diventato ufficiale con la firma del contratto tra le due parti, fissando di fatto il primo tassello importante per la prossima stagione, con il prolungamento del contratto fino al 30 giugno 2020.

 

 

L’Empoli fino alla fine! Pasqual-Donnarumma: 2-1 al Perugia

Ultima gara di campionato al Castellani: gli azzurri ospitano il Perugia. Empoli già in Serie A da quasi un mese, Perugia matematicamente ai Play Off e con Nesta novità in panchina alla guida degli umbri. Nell’Empoli ancora Terracciano tra i pali, si rivede Mchedlidze in panchina. Il Perugia di affida al 3-4-1-2, con Bonaiuto alle spalle del duo Cerri-Di Carmine.

Il video della festa e dell'uscita del pulman dallo stadio

PRIMO TEMPO – Pronti via e un rimpallo sfortunato provoca il gol del vantaggio del Perugia (3′). Terracciano respinge il pallone che, dopo lo sfortunato rimpallo, stava entrando beffardo in porta. La palla arriva proprio a Di Carmine che sigla il vantaggio umbro: un gol pesante nella classifica marcatori perché il calciatore degli umbri raggiunge Donnarumma al secondo posto.

La reazione azzurra c’è e produce un colpo di testa Di Lorenzo (15′), su angolo di Pasqual, con palla che termina di pochissimo a lato, alla sinistra di Leali, immobile. Due minuti prima ci aveva provato Caputo, al volo su lancio di Castagnetti con palla che arriva lenta dalle parti del portiere umbro.

Empoli sfortunato al 22′: Pasqual crossa al centro da sinistra, Zajc a botta sicura, Leali respinge con i pugni trovandosi praticamente il pallone addosso. Due minuti dopo Pajac entra in area e conclude verso Terracciano con un tiro potente che il portiere azzurro respinge di pugno.

L’Empoli fa la partita, il Perugia prova ad impensierire la difesa azzurra in contropiede. Al 33′ Zajc si guadagna una punizione dal limite. E’ la zolla giusta per Pasqual che calcia magistralmente: pallone che incoccia clamorosamente sull’incrocio dei pali, sbatte sulla linea ed esce fuori dalla porta.

Al 37′ Donnarumma getta alle ortiche l’occasione del pareggio. Su un errato disimpegno della difesa ospite il numero nove si impossessa della palla, perde così l’attimo per battere a rete, poi con due difensori in pressione su di lui gira in porta da meno di due metri ma calcia incredibilmente alto sopra la traversa.

Al 40′ segna Caputo ma l’arbitro annulla per un presunto fallo di mano del bomber azzurro, che avrebbe controllato il pallone con la mano destra.

L’Empoli preme, il gol sembra essere nell’aria e puntuale arriva in modo rocambolesco. Minuto 43′: tiro-cross di Pasqual da sinistra letale per Leali, tradito da una sfortunata deviazione di un difensore umbro. Ed in pratica il primo tempo termina qui.

SECONDO TEMPO – La squadra di Andreazzoli parte con un piglio diverso. Al 3′ Donnarumma con un colpo di testa, su cross di Di Lorenzo dalla destra, non inquadra lo specchio della porta per questione di centimetri. La pressione azzurra allenta dopo sette minuti di costante attacco e al 9′ gli umbri sfiorano il gol del vantaggio: Di Carmine controlla spalle alla porta, si gira e tira angolato rasoterra, Terracciano si allunga e devia sul palo.

Pericolo scampato per l’Empoli che al minuto 11 torna in attacco con Caputo: tiro rasoterra forte ma centrale, Leali si accartoccia sul pallone e para. Minuto 17′ Krunic ci prova dalla distanza: tiro alto sopra la traversa.

L’Empoli alza il ritmo, e fa la partita, Perugia schiacciato nella propria metà campo. Minuto 19: spettacolo al Castellani. Azione a cui partecipa quasi tutta la squadra, Bennacer e Di Lorenzo lavorano bene il pallone a destra, Zajc e Krunic creano spazio in mezzo, in quello spazio si infila Caputo che serve a sinistra per Donnarumma, controllo e tiro del numero nove con pallone che si insacca centralmente alle spalle di Leali. È il gol numero ventitre di Alfredo, è il gol del nuovo sorpasso in classifica marcatori a Di Carmine.

Superata la mezzora il Perugia tenta la carta Terrani, Andreazzoli vuole portare a termine la vittoria e manda in campo Polvani per Zajc, che da qualche minuto sembra sulle gambe, portando la difesa a cinque. Al 45′ occasione Perugia: percussione centrale di Colombatto, poi Magnani al volo, dopo un rimpallo, con pallone a lato alla sinistra di Terracciano.

Dopo quattro minuti di recupero, e l’esordio di Imperiale al posto di Pasqual, il triplice fischio finale ed i fuochi d’artificio esplosi sotto la Maratona. Quindi gli azzurri che sollevano la Coppa “Ali della Vittoria” e la festa che esplode in città.

Fonte: GABRIELEGUASTELLA.IT