Quinews Radio Bruno Toscana

Empoli FC

L'Empoli lotta fino alla fine nonostante una gara sfortunata e al 95′ arriva il pari: gran gol Bennacer.CITTADELLA-EMPOLI 1-1

CITTADELLA (4-3-1-2) – 12 Paleari; 19 Pelagatti, 24 Adorni, 6 Scaglia, 3 Benedetti; 7 Schenetti, 4 Iori, 27 Settembrini; 10 Schiaretti (dal 12′ st 16 Bartolomei); 29 Vido (dal 30′ st 17 Strizzolo), 11 Kouame (dal 36′ st 18 Arrighini). A disp. 1 Alfonso, 15 Caccin, 5 Lora, 25 Maniero, 20 Pasa, 14 Pezzi, 22 Vettorel. All. R. Venturato

 

EMPOLI (4-3-1-2) – 25 Gabriel; 28 Di Lorenzo, 5 Veseli, 3 Maietta (dal 24′ st 13 Luperto), 23 Pasqual; 10 Bennacer, 19 Castagnetti, 4 Brighi (dal 28′ st 27 Ninkovic); 6 Zajc; 9 Donnarumma (dal 34′ st 17 Rodriguez), 11 Caputo. A disp. 90 De Carlo, 18 Polvani, 34 Imperiale, 8 Krunic, 15 Traore, 20 Lollo. All. A. Andreazzoli

 

Arbitro: Sig. di Abbattista di Bari (Caliari/Rossi – IV° Uff.le Maggioni)

Marcatori: 37′ pt Kouame (C), 49′ st Bennacer (E).

Note: Angoli Cittadella 7 Empoli 6. Ammoniti: Caputo (E) al 5′ st, Pasqual (E) al 11′ st. Recupero: 0′ pt, 5′ st.

 

Al Tombolato di Cittadella fa freddo, ma c’è il sole a riscaldare il buon pubblico presente. In campo i veneti in piena zona Play Off con ben 41 punti che ospitano l’Empoli capolista. Per gli amaranto formazione annunciata senza sorprese, mentre tra le fila azzurre recupera Maietta al centro della difesa e Brighi prende il posto di Krunic non al top della condizione. Cittadella con la completa casacca amaranto, per l’Empoli completa tenuta bianca.

 

PRIMO TEMPO – Parte fortissimo il Cittadella che dopo ventinove secondi ha subito l’occasione per passare in vantaggio: la palla, crossata in area da Schenetti, rimbalza sul collo del piede di Kouame, appostato nell’area piccola, che non riesce a controllare. La difesa azzurra riesce a togliere il pallone dai quindici metri, ma il segnale del tipo di gara che vuol condurre la squadra di Venturato è chiaro. Dopo sessanta secondi la replica, con i veneti che ci riprovano ancora, questa volta da sinistra, e con la difesa che affannosamente libera.

La squadra di Andreazzoli riordina le idee e al 5′ risponde al veemente avvio dei locali. Azione corale con Zajc che serve in area Caputo: il numero undici dell’Empoli, pressato da un difensore, cerca l’angolo alto ma trova solo l’esterno della rete. L’Empoli, pressato alto sui difensori che hanno il compito di far partire le manovre offensive, cerca comunque di fare la partita ed ora sembra riuscirci, seppure con qualche difficoltà in più rispetto alle ultime uscite. Al 13′, infatti, ancora Empoli pericoloso: Donnarumma, ben servito in area di rigore, calcia a botta sicura ma la palla rimbalza male davanti al numero nove azzurro che così manda abbondantemente sopra la traversa.

L’Empoli tiene il pallino del gioco, il Cittadella contiene e riparte. Così al 19′ i padroni di casa sono nuovamente pericolosi: azione insistita sulla sinistra e cross in area per Schenetti che da buona posizione devia di testa verso la porta di Gabriel, Pasqual prima e Maietta poi smorzano e Gabriel blocca a terra sulla linea di porta.

La gara è piacevole, giocata su buoni ritmi e senza perdite di tempo. Il Cittadella arretra di qualche metro, e la sensazione è che i veneti preferiscano più non far giocare l’Empoli che viceversa. Così l’Empoli fa sempre più fatica a trovare spazi. Quando ci riesce va in gol: è il 30′ e Pasqual decide di tentare un tiro cross dal limite che Donnarumma devia alle spalle dell’estremo del Cittadella. L’esultanza dura un attimo, il tempo di rendersi conto che nel frattempo si era alzata la bandierina dell’assistente di linea Rossi per segnalare la posizione di fuorigioco.

La partita vive qualche attimo di tregua, con molto gioco a centrocampo ed è in questa fase che, improvvisamente, il Cittadella passa in vantaggio. E’ il 37′: su lancio di Iori c’è un’indecisione di Veseli che si fa scavalcare dal pallone, ne approfitta Vido che si accentra e tira ad incrociare da destra verso sinistra, Gabriel si distende e para ma non trattiene. Sbuca così Kouame che ribadisce in rete.

La reazione dell’Empoli va detto c’è: gli azzurri alzano subito il ritmo e schiacciano rabbiosamente i veneti nella propria metà campo. Al 43′ l’Empoli spreca clamorosamente il gol del pari: cross dalla sinistra di Pasqual e Caputo che di testa in tuffo sbuca tra i due centrali e devia di pochissimo a lato. E’ l’ultimo sussulto della prima frazione di gioco che si chiude senza recupero.

 

SECONDO TEMPO – L’Empoli inizia la ripresa con una maggior pressione e i frutti si vedono subito. Conquista due angoli di seguito e al 5′ va in gol ancora su cross di Pasqual: questa volta con Caputo che si distende in tuffo, non ci arriva con la testa e tocca con la mano in rete. Gol annullato e giallo per il capocannoniere della B.

Il copione non cambia, azzurri che fanno la partita e Cittadella tutto dietro alla linea del pallone. Così per l’Empoli è difficile trovare spazi.

Al 25′ grande azione solitaria di Zajc che si accentra e dal limite colpisce un palo clamoroso, la palla torna sui piedi di Zajc che da posizione più angolata dal limite manda di poco a lato.

Mister Andreazzoli decide di cambiare: dentro Ninkovic per Brighi e il numero 27 azzurro due minuti dopo l’ingresso in campo, è il 29′, di testa su cross di Pasqual dalla sinistra impegna severamente Paleari. Al 36′ incredibile parata di Paleari su colpo di testa di Caputo con palla indirizzata sotto l’incrocio dei pali.

Negli ultimi dieci minuti saltano gli schemi e le due squadre si allungano. L’Empoli è tutto sbilanciato in avanti e il Cittadella riparte due volte in contropiede prima con Arrighini che cede a Strizzolo (tiro centrale parato da Gabriel) poi con Bartolomei che anziché passare ad un compagno smarcato in area prova a calciare ma viene fermato da Di Lorenzo in area di rigore. L’Empoli non si fa intimidire, non ha paura e continua ad attaccare. Rischia ancora nel primo dei cinque di recupero ma ci crede e gioca ogni singolo pallone. A trenta secondi dal triplice fischio finale il meritato premio si materializza. Bennacer si prende la palla al limite e si infila nelle maglie della difesa saltando i difensori tra una finta e l’altra, davanti all’ultimo ostacolo chiede ed ottiene lo scambio con Veseli che gli restituisce la palla con il tacco, controllo e pallone sotto l’incrocio dei pali. Giù il sipario: finisce 1-1, con Rade Krunic, grande assente di oggi, che entra in campo al triplice fischio e solleva in trionfo il piccolo grande numero dieci, al primo gol (e che gol!) stagionale.

Dal Matusa arriva la notizia che non ti aspetti: il Frosinone cade in casa al cospetto del Perugia, l’Empoli evita all’ultima curva del sabato calcistico il primo capitombolo dell’era Andreazzoli e trova addirittura la vetta della classifica in solitaria raggiungendo quota 50 punti. I tifosi giunti in oltre duecento al Tombolato fanno festa, per un pareggio che sa di vittoria.

 

Cittadella-Empoli parla Andreazzoli

Il tecnico azzurro Aurelio Andreazzoli ha parlato in conferenza nella sala stampa Antonio Bassi dello stadio Castellani in vista della gara di domani con il Cittadella: ascolta le sue parole su Empoli Football Channel.

EMPOLI NEWS - In vista di Cittadella Empoli

Il Giudice Sportivo ha diramato il Comunicato Ufficiale. Per il Cittadella due assenze per squalifica: mancheranno sia il terzino destro Alessandro Salvi che il giovane centrocampista Marco Varnier, entrambi ammoniti nella vittoriosa trasferta dei veneti contro il Cesena ed entrambi diffidati. 

L’Empoli intanto prosegue la preparazione in vista della delicata trasferta di sabato prossimo: migliorano le condizioni di Maietta, anche se verrà valutato con estrema cautela, dato che la prossima settimana è previsto il turno infrasettimanale (martedì ore 20.30 in casa contro l’Avellino)

 

EMPOLI NEWS - Scongiurato un lungo stop per Maietta

Aveva fatto preoccupare tutti il centrale difensivo Domenico Maietta, arrivato dal Bologna solo venti giorni fa per rinforzare il pacchetto arretrato della squadra azzurra. Questa mattina il responso medico ufficializzato dall’Empoli ha dato esito negativo: solo un forte trauma, scongiurato il rischio di un lungo stop, anche se potrebbe saltare la trasferta di Cittadella, altro scontro diretto per l’alta classifica. Per la cronaca al 90’ di Empoli-Parma, nel tentativo di evitare un gol, spinto da un avversario si era scontrato violentemente con il proprio portiere (ginocchio di Gabriel in uscita, ndr) facendo temere qualche frattura alla spalla.

Il tecnico Andreazzoli ha dovuto tenere in campo il numero tre dell’Empoli, avendo terminato i cambi, lasciandolo nel ruolo di punta per evitare complicazioni.

Al 95’ Maietta ha addirittura chiuso un contropiede di Rodriguez segnando un gol con il braccio visibilmente immobile alla “Beckenbauer”, mischiando la gioia per il gol condivisa con i compagni alle lacrime di dolore ed uscendo subito dopo il triplice fischio finale senza andare a raccogliere i meritati applausi del pubblico empolese.

Un altro poker azzurro: Empoli-Parma 4-0

EMPOLI (4-3-1-2) – 25 Gabriel; 28 Di Lorenzo, 5 Veseli, 3 Maietta, 23 Pasqual; 10 Bennacer, 19 Castagnetti, 8 Krunic (dal 12′ st 4 Brighi); 6 Zajc (dal 25′ st 20 Lollo); 9 Donnarumma (dal 34′ st 17 Rodriguez), 11 Caputo. A disp. 22 Giacomel, 13 Luperto, 18 Polvani, 31 Untersee, 34 Imperiale, 15 Traore, 27 Ninkovic. All. A. Andreazzoli

PARMA (3-4-3) – 1 Frattali; 2 Iacoponi, 6 Lucarelli, 5 Di Cesare; 23 Gazzola, 11 Munari (dal 25′ pt 17 Barillà), 4 Vacca, 33 Dezi; 8 Ciciretti (dal 20′ st 19 Insigne), 30 Ceravolo (dal 34′ st 9 Calaiò), 15 Da Cruz. A disp. 22 Nardi, 35 Dini, 7 Mazzocchi, 28 Gagliolo, 31 Sierralta, 16 Anastasio, 21 Scozzarella, 10 Baraye, 14 Frediani. All. R. D’Aversa 

Arbitro: Sig. J.L. Sacchi di Macerata (Galetto-Margani / IV’ Uff.le Piscopo)

Marcatori: 13′ pt Donnarumma, 42′ pt Donnarumma; 5′ st Caputo, 50′ st Maietta.

Note: Angoli Empoli 5 Parma 2. Ammoniti Barillà (P) al 17′ st, Veseli (E) al 44′ st. Recupero: 2′ pt, 5′ st. Spettatori: 5mila.

Clima britannico al Castellani, pioggerellina fitta e nebbiolina, temperatura sui sei gradi, campo in comunque in buone condizioni. Fair play sugli spalti per il gemellaggio tra le tifoserie che ha toccato quota 34 anni. L’Empoli ospita infatti il Parma, neopromossa mina vagante del campionato a caccia di punti per l’alta classifica. Formazione azzurra confermata rispetto alla vittoriosa trasferta di Ascoli, nel Parma titolare Ciciretti dal primo minuto. 

Leggi tutto...