Quinews Radio Bruno Toscana

Empoli FC

Mister Giampaolo: “Non ci piangiamo addosso ma serve lucidità”

Il tecnico azzurro, Giampaoloha parlato a margine della premiazione della ‘Panchina d’Oro’ presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano a Firenze: E’ una squadra che gioca a calcio, il risultato non ha il riscontro di quanto proponiamo ma bisogna essere coerenti di quanto fatto fino a ora perché sono convinto che solo tramite il bel calcio possiamo tornare alla vittoria perché è la sola strada che conosco e non ce n’è un’altra perché non fa parte del nostro DNA. A noi mancano solo i risultati, abbiamo una crisi in tal senso ma non per il gioco che proponiamo. Sono convinto che la strada per tornare a fare risultato è solo quella del gioco. Dobbiamo capire i perché e i per come, ma dobbiamo tornare a battere la stessa strada che ci ha portato a fare un ottimo girone d’andata. La moviola in campo? Per certe cose sì, per altre vedo che non c’è uniformità di giudizio nel giudicare un fallo o un episodio, sposteremmo solo la discussione dal campo ai salotti televisivi e quindi bisogna capire per bene per quali sanzioni occorre utilizzare la moviola. Mchedlidze? Purtroppo ha giocato poco in questo campionato, dobbiamo valutarlo di volta in volta. Nel secondo tempo ha fatto bene, mentre nel primo ha avuto più difficoltà perché la squadra aveva delle difficoltà. Ha finito la partita in crescita e per noi è importante. Se siamo sfortunati? Non ci piangiamo addosso, non sono abituato. Guardiamo in faccia la realtà ma la cosa più importante è proporre calcio con lucidità. Non abbiamo le caratteristiche per giocare in contropiede. Dobbiamo fare il modo di non perdere le nostre caratteristiche. La classifica? E’ corta e dieci partite sono tante. C’è un bel lotto di squadre in lotta e fino a quando non riusciremo ad avere la matematica certezza dovremo continuare a lottare. Le uniche che possono dirsi fuori sono forse Sassuolo e Lazio, le altre devono continuare a lottare“.

Fonte: PianetaEmpoli