Quinews Radio Bruno Toscana

Livorno Calcio

Livorno-Cremonese: crocevia fondamentale per ambedue le squadre

Il Girone A di Lega Pro è l'unico a non aver ancora emesso il proprio verdetto per quanto riguarda la promozione diretta in Serie B con Cremonese ed Alessandria ancora in lotta per il posto d'onore al fianco di Venezia e Foggia. La squadra di Tesser è in testa alla classifica con 75 punti (+1 sui grigi di Pillon) e domani alle ore 16,30 allo Stadio “Armando Picchi” affronterà l'ostacolo Livorno, quarto a quota 63, in una gara che potrebbe rivelarsi decisiva in caso di vittoria della Cremonese e concomitante pareggio o sconfitta dell'Alessandria sul campo della Lupa Roma. Il tecnico della Cremonese non vuole sentir parlare di una eventuale promozione in caso di sconfitta o pareggio dell'Alessandria (“quello che fanno gli altri non ci riguarda” ha dichiarato nella conferenza stampa di presentazione del match) ma non si nasconde quando ammette che il Livorno è un avversario di grandissimo valore e che per fare risultato servirà un grande sforzo da parte di tutti, tifosi compresi, che per il momento hanno risposto alla grande con circa 800 tagliandi acquistati per la gara del “Picchi”.

Nel turno precedente il Livorno ha pareggiato per zero a zero a Piacenza mentre la Cremonese ha sconfitto, grazie alla rete di Maiorino, la Lucchese allo “Zini”. Tornando, invece alle due sfidanti, i precedenti tra le due squadre sono 28 con il Livorno che ha vinto quattordici volte contro le sette della Cremonese. All'andata vinse la squadra di Foscarini con un rocambolesco tre a due nel posticipo giocato lunedì 12 dicembre 2016 in uno “Zini” avvolto dalla nebbia. Sei gli ex in totale: due nel Livorno (Franco e Marchi), quattro nella Cremonese (Belingheri, Gemiti, Moro e Salviato).

Per quanto riguarda le formazioni, mister Tesser ha dichiarato che potrebbero esserci un paio di cambi rispetto alla gara vinta contro la Lucchese mentre Foscarini potrà contare sul rientro di Alessandro Marchi che è in ballottaggio con Giandonato per una maglia da titolare a centrocampo.

Ricordandovi che l'incontro sarà diretto dal Signor Luigi Pillitteri di Palermo, assistito da Agostino Maiorano di Rossano e Valerio Vecchi di Lamezia Terme, vi diamo appuntamento su TuttoLegaPro.com per il LIVE della partita che sarà seguito dai consueti top e flop.

Fonte: Tuttolegapro

Gli amaranto rispondono al presidente dell'Alessandria Luca Di Masi

  In riferimento alle dichiarazioni di Luca Di Masi, presidente dell’Alessandria, rilasciate al termine della vittoria casalinga contro il Renate di sabato scorso [LEGGI QUI, ndr], il Livorno ha risposto con un comunicato ufficiale in cui ha sottolineato di ritenere "opportuno e doveroso affermare di non aver bisogno di sollecitazioni o appelli morali da parte di nessuno". Inoltre, conclude la nota, "in merito a quanto sopra non ci sarà alcuna dichiarazione da parte dei tesserati dell’A.S.Livorno Calcio".

Fonte: Tuttolegapro

Capitan Luci: "Teniamoci stretta la prestazione della squadra, abbiamo giocato bene"

Dopo lo 0-0 al "Garilli" contro il Piacenza, in casa Livorno a fare l'analisi del match - attraverso i canali ufficiali del club labronico - è capitan Andrea Luci, che parla così del confronto:

“Teniamoci stretta la buona prestazione, Abbiamo giocato bene, avendo quasi sempre il pallino del gioco e creando molte occasioni. Dobbiamo continuare così cercando di essere più concreti e cattivi sotto porta. In questo momento la palla non entra ma siamo sempre noi a fare la partita. In alcune occasioni siamo stati anche un po’ sfortunati, speriamo che ai playoff questo fattore possa cambiare"

Sul gol che si è visto annullare: "Peccato ero riuscito a segnare, ma per il segnalinee la palla era uscita al momento del calcio del corner. Ho qualche dubbio".

Fonte: Tuttolegapro

Quarto tempo. Si vince quando si fa gol

Piacenza. Nello stadio dei bei ricordi il Livorno fa un partitone ma non riesce ad andare oltre lo 0 a 0. Al Garilli il tabellino parla solo amaranto. Sei o sette occasioni da gol ma si torna a casa con un punticino che non fa bene granché alla griglia play off per la quale stiamo sputando sangue già da qualche domenica. Dovrà cambiare qualcosa, lì davanti, per giocarsela fino in fondo.

Foscarini ha belle parole per tutti. Sul piano del gioco non ha niente da recriminare –“La difesa ha dimostrato personalità e idee chiare su come muoversi”. Ha ragione, il Piacenza, che veniva da una striscia casalinga da far invidia, ha fatto poco o niente per impensierire Mazzoni. –“Anche a centrocampo ci siamo mossi bene, facendo rotazioni e non dando punti di riferimento agli avversari”. Le dolenti note arrivano negli ultimi 25 metri. –“C’è il rammarico di non aver fatto gol. Abbiamo dominato, ma non è possibile non metterla dentro così. Dobbiamo essere più cinici, non sempre avremo tutte queste occasioni”. La sua diagnosi: –“Davanti manca brillantezza, fiducia e convinzione”.

Capitan Luci è stato uno dei migliori in campo. –“Peccato perché oggi abbiamo fatto una bella partita”. Sulla sterilità offensiva e tutti quei gol mancati si rifà ad una logica retributiva che in questi casi consola sempre: –“Speriamo di tenerceli tutti per i play off”.

Piacenza 0-Livorno 0, le interviste ai protagonisti