Quinews Radio Bruno Toscana

Livorno Calcio

Panucci puntualizza dichiarazioni sugli arbitri.

Nel dopo partita di Livorno-Crotone non ha avuto peli sulla lingua e si era lasciato andare a dichiarazioni forti nei confronti dei direttori di gara anche in relazione all'episodio che ha visto l'espusione di Luci e subito dopo proprio del tencico amaranto. Nel dopo partita ai microfoni di Sky ed hai nostri erano volate parole ben precise del tipo: "gli arbitri si credono di essere attori di Holliwood, è impossibile rivolgere loro la parola". Oggi, attraverso il sito ufficiale del LOivorno Calcio giunge una sua precisazione: "In riferimento a quanto riportato da alcuni organi di stampa sul post gara di Livorno-Crotone, confermo che le mie parole avevano come solo obiettivo una richiesta di collaborazione positiva agli arbitri nell'ottica di una crescita comune. Io, sia da calciatore che da tecnico ho sempre rispettato la classe arbitrale ed a dimostrazione di ciò ci sono le mie cinquecento partite giocate in serie A durante le quali sono stato espulso una sola volta. Pertanto ribadisco il mio impegno a collaborare con chi è chiamato al difficile compito di arbitrare un match, con quel rispetto e quella professionalità che mi sono sempre impegnato ad avere. Sicuro che, allo stesso tempo, uguale rispetto per il nostro lavoro arrivi dagli arbitri. Viglio infine sottolineare che, alla fine della gara ho parlato e chiarito ogni avvenimento con l'arbitro ed il quarto ufficiale in modo cordiale ed amichevole".